Bio

Quasi trentenne, consulente aziendale.
Amo la compagnia degli altri ma spesso ho la necessità di stare da sola per perdermi in me stessa e nei miei pensieri. Non mi piacciono i posti affolati e quelli dove nessuno ha niente da dire. Mi piace ascoltare le storie degli altri.
Quello che trovi in questo blog sono delle parti di me, scrivo quando non mi sento in equilibrio o quando voglio riflettere sulle cose. La scrittura per me è una terapia, mi aiuta ad esorcizzare e a capire quello che accade.

La leggerezza per me si associa con la precisione e la determinazione, non con la vaghezza e l’abbandono al caso. (…) Esiste una leggerezza della pensosità, così come tutti sappiamo che esiste una leggerezza della frivolezza; anzi, la leggerezza pensosa può far apparire la frivolezza come pesante e opaca. (…) Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore. (…)
Nei momenti in cui il regno dell’umano mi sembra condannato alla pesantezza, penso che dovrei volare come Perseo in un altro spazio. Non sto parlando di fughe nel sogno o nell’irrazionale. Voglio dire che devo cambiare il mio approccio, devo guardare il mondo con un’altra ottica, un’altra logica, altri metodi di conoscenza e di verifica. Le immagini di leggerezza che io cerco non devono lasciarsi dissolvere come sogni dalla realtà del presente e del futuro.
Italo Calvino – Lezioni americane, leggerezza