Sky and sand.

In the daytime, you wil find me by your side,
tryin’ to do my best and tryin’ to make things right.

I found myself alive in the palm of your hand,
as long as we are flyin’, all this world ain’t got no end.

2007 vs. 2017. Dieci anni fa ero a Barcellona e andavo al Pacha, ora si va direttamente in hangover senza passare per il Pacha. A ventotto anni, per la prima volta nella mia vita, mi sono ubriacata seriamente. Ho fatto il classico errore di mischiare cose a caso, tipo vino e vodka e chi lo sa. Di quelle ubriachezze moleste che mi hanno costretta a prendere un taxi e che il giorno dopo ci ho messo venti minuti a ritrovare la macchina. Di quelle ubriachezze moleste che mi hanno fatto addormentare di botto ma che mi hanno risvegliato due ore dopo con il desiderio profondo di vomitarmi anche l’anima. Di quelle ubriachezze moleste che mi hanno reso impresentabile fino alle sei di sera del giorno successivo. Di quelle ubriachezze moleste che necessitano di Oki e coca-cola a profusione.
Però è stata una grande serata. Ero ad un concerto e ho cominciato a saltellare come una pazza, poi ho provato a stendermi per guardare le stelle ma non c’era una costellazione che riusciva a stare ferma. E’ stato bello perché da ubriachi, io e un collega, abbiamo appianato le nostre divergenze. “E., due anni fa, il rapporto tra me e te è cominciato veramente male”, “perché hai un ego smisurato e a volte proprio non ti sopporto”. Poi mi ha raccontato di essersi lasciato con la ragazza e ora, spesso, me lo ritrovo a casa mia per cena. Non ho capito perché ma è convinto che io sia una brava donna di casa.
La scorsa domenica mi sono svegliata all’ora di pranzo dopo una nottata allegra e mi sono sentita calma come se tutto, in quel momento, fosse semplicemente perfetto. Il primo pensiero che ho avuto è stato che l’amore romantico è veramente una cazzata che ci intossica la vita. Perché l’amore romantico è qualcosa di effimero e di non ben identificato, è un’idea che tutti inseguono ma che nessuno sa descrivere. L’amore romantico è come il mondo delle idee di Platone con l’unico problema che noi non viviamo in quel mondo. L’amore romantico è come il vivere nell’attesa che qualcuno arrivi a salvarci da noi stessi quando non sappiamo salvarci da soli. Ho pensato che a me tutto questo romanticismo ha cominciato a dare i brividi e che sono spaventata dalle persone che non sanno quello che vogliono.
Ho pensato anche che mi piacciono gli uomini che portano orologi ricercati e non il solito Rolex. Gli uomini che guidano in modo sportivo belle macchine fregandosene dei limiti di velocità. Ho pensato che mi piacciono gli uomini che sanno vestirsi bene perché per me, il vestire e l’eleganza, non sono cose che possono essere lasciate al caso.
Tra un bicchiere e l’altro ho cominciato anche a meditare, allontanando da me il passato ed il futuro e questa cosa mi sta piacendo molto. Vivo il solo presente, il solo attimo e faccio fatica a ricordare cose successe in passato semplicemente perché non esistono in questo momento. Anche il futuro ancora non esiste e ho eliminato da esso qualsiasi aspettativa, mi occuperò del futuro nel momento in cui diventerà presente. La meditazione mi sta dando una gioia di vivere mai provata prima, la meditazione mi pulisce la mente e mi restituisce ogni volta nuove consapevolezze.
Ho ripreso i rapporti con le persone che avevo messo in pausa perché non ero più in grado di stare in loro compagnia. Perché stare con loro voleva dire affrontare parti di me stessa che non ero in grado di affrontare. Sono tornata da loro e le sto riscoprendo con altri occhi, i miei nuovi occhi. Sembra quasi che io le stia conoscendo ora per la prima volta ma in realtà è solo che la mia percezione del mondo è cambiata.
Mi sono svegliata realizzando che sono andata avanti tornando indietro e che era necessario tornare indietro per andare avanti. Mi sono svegliata realizzando che indietro o avanti ha poca importanza, che l’unica cosa che conta è il qui e ora e che, qui e ora, mi sento fottutamente bene.

P.s. Mia madre è una follower del blog e in questo senso, ci tengo a sottolineare che, non mi sono mai ubriacata in vita mia.
Mamma, ti voglio bene!
Annunci

47 pensieri su “Sky and sand.

  1. Le mamme scoprono tutto eheheh! Mi preoccuperei del collega, che si voglia accasare? Comunque la sbornia è stata positiva, probabilmente le “bibite” (lo scrivo per la tua mamma) erano di buona qualità! Per il romanticismo…mmmmmmh non mi pronuncio, raramente lo si trova…al limite se se ne sente la mancanza, un bel romanzo della Jane Austen e si ritorna in pace con il mondo

    Liked by 1 persona

    • Ma la mamma approva di sicuro, avrà fatto di peggio ai tempi suoi! 😋 Il mio collega cerca distrazioni, ha fatto il pirla con la sua ex e ora vaga in pena. Che poi alla fine con scuse qualsiasi faccio cucinare lui! 😜
      Il sano romanticismo è tanta roba ma è rarissimo trovarlo. A me sembra che dietro la ricerca del romanticismo ci sia una ricerca ossessiva di non si sa bene cosa. Si dimentica completamente il lato quotidiano nel quale i rapporti si sviluppano e trovano la loro bellezza. La gente spesso rompe le palle in discorsi che trovo senza senso. Si cerca nell’altro quello che noi non abbiamo, non capendo che l’altro è altro e non sta a lui definirci come individui.

      Liked by 1 persona

  2. Vivere nel presente è diventato molto diffuso. Sembra che nel mondo si sia diffusa la peste e che il domani non abbia certezze. Non è questione di giovinezza, è una prassi che accompagna il giovanilismo. Poi le cose a parlarne non sono così definite, ma intanto pezzi di realtà si dissolvono, per vivere nel presente bisogna concentrarsi su un progetto che non è a corto termine, anzi, coinvolge e giustifica. Prendo un po’ di presente e poi smetto. Chissà, forse funziona così, ho l’impressione che mi sfuggano molte cose e non avendo giudizi, guardo, Insomma torno a fare il sociologo e so che la mia vita è differente.
    Continua E. ti fa bene finché lo pensi e può continuare indefinitamente.

    Liked by 1 persona

    • Ma in realtà condivido la tua visione. Nel senso che il mio concetto del qui ed ora non è un qualcosa che presuppone l’assenza di progetti per il futuro, anzi. Ho le idee molto chiare su cosa vorrei per il mio futuro. Il punto è l’errore di vivere in attesa quel futuro o in funzione del passato, dimenticando di godersi il presente. Aggiungo anche che, per quanto si possano fare dei progetti, il futuro rimane sempre qualcosa di effimero e bisogna essere in grado di accettare e adattarsi a nuove e inaspettate situazioni che possono verificarsi.
      A volte si rimane stupidamente bloccati nell’idea che ci si era fatti del proprio futuro che poi diventa passato e che alla fine ci “strozza”.
      Il concetto del qui ed ora per me presuppone consapevolezza, non può essere una scusa per allontanare le proprie responsabilità.

      Liked by 1 persona

  3. Qualche ubriachezza così a volte ci sta. Basta essere con la compagnia giusta e in un mood di allegra spensieratezza. Se il tuo collega è spesso a cena da te e si è lasciato da poco, forse non ti vede (solo) come una brava massaia. L’amore romantico è una cazzata perchè (l’ho scoperto sulla mia pelle già in un paio di occasioni) purtroppo non basta. ci vuole anche altro a tenere insieme i due cuori sotto la capanna. Il vestire non va lasciato al caso ma le virgole nemmeno (scusa se mi sono permesso ma mi vengono proprio le dermatiti a volte).
    Depurare il futuro dalle aspettative e ancor di più depurare il presente dal futuro e dal passato è fondamentale, anche io lo sto scoprendo in queste settimane. Tant’è che l’ultimo paragrafo potrei averlo scritto io. Sembra che entrambi siamo su un buon cammino. Coraggio, avanti

    Liked by 1 persona

    • Il mio collega ha solo bisogno di conforto, si parla insieme e forse sono una persona che da tranquillità.
      Sulle virgole penso tu abbia ragione, questa volta ho scritto velocemente senza rileggere con calma.
      Sul vivere qui e ora sto ancora sperimentando, vedrò dove mi (ci) porterà.

      Liked by 1 persona

      • Anche io sto sperimentando, con un entusiasmo che mi mancava da tempo. Forse ci porterà, facendoci soffrire o godere di più o di meno, più vicino al nostro vero io. Sapere però di fare scoperte e percorsi simili a questa età, nonostante diversità sostanziali, (mi) fa sentire molto meno soli

        Liked by 1 persona

      • In questi mesi ho già fatto un percorso di rinascita e di “ripulimento” di me stessa. Sto prendendo la meditazione come un modo per riportarmi alla situazione zero, per evitare di cadere nei tranelli del passato. Penso però che sia utile anche se si è alla ricerca di se stessi. Io la sto più utilizzando per riequilibrarmi rispetto all’equilibrio già trovato.

        Liked by 1 persona

      • Io corro da qualche anno e sicuramente aiuta tantissimo a ripulire la mente. La corsa per me è più un esercizio mentale che fisico. Vado per godermi la natura (corro sempre nelle ville di Roma) e non bado mai al risultato.
        Domenica sono andata a correre e a meditare sotto al sole. Mi sono addormentata e leggermente ustionata accidentalmente! 😂

        Liked by 1 persona

    • Ciao! Il blog lo aggiorno sempre ma la scrittura va a momenti e la lascio andare così come viene! Diciamo che ora sono molto “occupata” nel godermi le vacanze! 😉 A presto, E.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...