Sky and sand.

In the daytime, you wil find me by your side,
tryin’ to do my best and tryin’ to make things right.

I found myself alive in the palm of your hand,
as long as we are flyin’, all this world ain’t got no end.

2007 vs. 2017. Dieci anni fa ero a Barcellona e andavo al Pacha, ora si va direttamente in hangover senza passare per il Pacha. A ventotto anni, per la prima volta nella mia vita, mi sono ubriacata seriamente. Ho fatto il classico errore di mischiare cose a caso, tipo vino e vodka e chi lo sa. Di quelle ubriachezze moleste che mi hanno costretta a prendere un taxi e che il giorno dopo ci ho messo venti minuti a ritrovare la macchina. Di quelle ubriachezze moleste che mi hanno fatto addormentare di botto ma che mi hanno risvegliato due ore dopo con il desiderio profondo di vomitarmi anche l’anima. Di quelle ubriachezze moleste che mi hanno reso impresentabile fino alle sei di sera del giorno successivo. Di quelle ubriachezze moleste che necessitano di Oki e coca-cola a profusione.
Però è stata una grande serata. Ero ad un concerto e ho cominciato a saltellare come una pazza, poi ho provato a stendermi per guardare le stelle ma non c’era una costellazione che riusciva a stare ferma. E’ stato bello perché da ubriachi, io e un collega, abbiamo appianato le nostre divergenze. “E., due anni fa, il rapporto tra me e te è cominciato veramente male”, “perché hai un ego smisurato e a volte proprio non ti sopporto”. Poi mi ha raccontato di essersi lasciato con la ragazza e ora, spesso, me lo ritrovo a casa mia per cena. Non ho capito perché ma è convinto che io sia una brava donna di casa.
La scorsa domenica mi sono svegliata all’ora di pranzo dopo una nottata allegra e mi sono sentita calma come se tutto, in quel momento, fosse semplicemente perfetto. Il primo pensiero che ho avuto è stato che l’amore romantico è veramente una cazzata che ci intossica la vita. Perché l’amore romantico è qualcosa di effimero e di non ben identificato, è un’idea che tutti inseguono ma che nessuno sa descrivere. L’amore romantico è come il mondo delle idee di Platone con l’unico problema che noi non viviamo in quel mondo. L’amore romantico è come il vivere nell’attesa che qualcuno arrivi a salvarci da noi stessi quando non sappiamo salvarci da soli. Ho pensato che a me tutto questo romanticismo ha cominciato a dare i brividi e che sono spaventata dalle persone che non sanno quello che vogliono.
Ho pensato anche che mi piacciono gli uomini che portano orologi ricercati e non il solito Rolex. Gli uomini che guidano in modo sportivo belle macchine fregandosene dei limiti di velocità. Ho pensato che mi piacciono gli uomini che sanno vestirsi bene perché per me, il vestire e l’eleganza, non sono cose che possono essere lasciate al caso.
Tra un bicchiere e l’altro ho cominciato anche a meditare, allontanando da me il passato ed il futuro e questa cosa mi sta piacendo molto. Vivo il solo presente, il solo attimo e faccio fatica a ricordare cose successe in passato semplicemente perché non esistono in questo momento. Anche il futuro ancora non esiste e ho eliminato da esso qualsiasi aspettativa, mi occuperò del futuro nel momento in cui diventerà presente. La meditazione mi sta dando una gioia di vivere mai provata prima, la meditazione mi pulisce la mente e mi restituisce ogni volta nuove consapevolezze.
Ho ripreso i rapporti con le persone che avevo messo in pausa perché non ero più in grado di stare in loro compagnia. Perché stare con loro voleva dire affrontare parti di me stessa che non ero in grado di affrontare. Sono tornata da loro e le sto riscoprendo con altri occhi, i miei nuovi occhi. Sembra quasi che io le stia conoscendo ora per la prima volta ma in realtà è solo che la mia percezione del mondo è cambiata.
Mi sono svegliata realizzando che sono andata avanti tornando indietro e che era necessario tornare indietro per andare avanti. Mi sono svegliata realizzando che indietro o avanti ha poca importanza, che l’unica cosa che conta è il qui e ora e che, qui e ora, mi sento fottutamente bene.

P.s. Mia madre è una follower del blog e in questo senso, ci tengo a sottolineare che, non mi sono mai ubriacata in vita mia.
Mamma, ti voglio bene!